APPLE SIM: ENNESIMA RIVOLUZIONE DI CASA CUPERTINO?

La Apple di Steve Jobs ci ha abituato già da tempo alle rivoluzioni, alle "differenze" o meglio, alle "visioni" di cose così naturali ma nello stesso momento non visibili, inarrivabili ma raggiungibili solo dal suo genio più grande, il suo creatore. Oggi Steve Jobs non è fisicamente presente ma la Apple è ancora ai vertici grazie alle sue "visioni" e oggi una sia "vecchia" visione, messa da parte dopo le prime indagini di mercato, viene riesumata grazie ad uno scenario mondiale che forse stà cambiando. Già da tempo aveva dato la sua opinione circa gli operatori telefonici e le loro politiche restrittive davanti ad un mondo tecnologico che aveva e ha voglia di crescere, operatori telefonici che dicono ai più grandi brand tecnologici "come deve essere fatto" il loro prossimo smartphone! Ma ora, forse, siamo ad una svolta importante, importante come le tante grandi idee straordinarie a cui ormai ci aveva abituati: la APPLE SIM.

Oggi però alla guida della Apple c'è Tim Cook e ci viene da pensare che forse qualche anno fà una novità del genere avrebbe avuto uno spessore maggiore di quello che oggi gli è stato dato. In occasione della presentazione del nuovissimo iPad Air 2 infatti alla Apple Sim, che parte proprio a bordo del nuovo device, non è stata fatta la presentazione che meritava ma è stata argomentata solo in modo marginale forse perchè proprio Tim Cook è il primo a non vederci il futuro sperato. Ma di cosa si tratta? In verità che cos'è l'APPLE SIM? E' veramente conveniente per l'utente finale? Dalle informazioni giunte in redazione e dalle prime impressioni a livello americano possiamo certamente esserne favorevolmente interessati. Perchè? Perchè stà dalla parte del consumatore! Infatti la Apple Sim permette all'utente di scegliere secondo le proprie esigenze l'operatore che preferisce in ogni momento della giornata e in ogni luogo. Pensate quanto questo potrebbe essere utile durante un viaggio e a quanto denaro di potrà risparmiare non esistendo più il tanto odiato ROAMING!!! Non sempre si ha la possibilità di collegarsi in Wi-Fi e troppo spesso un operatore ha un segnale forte in certi luoghi ma scarso in altri: con la Apple Sim non esisterà più questa problematica. Appena un operatore non è in grado di fornirci un segnale idoneo alle nostre esigenze lo possiamo cambiare con un altro direttamente dal nostro dispositivo e sempre dallo stesso eseguire eventuali ricariche tramite una interfaccia dedicata e comune a tutti gli operatori telefonici (o meglio, quelli che accettano o accetteranno di farne parte...).Ma la Apple Sim non è utile solo in viaggio ma anche nella vita di tutti i giorni perchè l'utente potrà cambiare operatore a suo piacimento anche in base alle tariffe erogate dallo stesso.

Ricapitolando: il roaming sarà bypassato, potremo utilizzare l'operatore con la tariffa più conveniente e con il segnale maggiore scegliendolo direttamente tramite il menù del IOS8 dal quale potremo effettuare persino le ricariche!

Sulla pagina ufficiale americana di Apple si legge: "La Apple Sim ti dà la flessibilità di scegliere fra una varietà di piani a breve termine di operatori selezionati negli Stati Uniti e Regno Unito direttamente dal tuo iPad, così in relazione alle tue esigenze, puoi scegliere il piano che funziona meglio per te, senza impegni a lungo termine. E quando sei in movimento hai anche la possibilità di scegliere un piano dati di un operatore locale per la durata del tuo viaggio".

Niente di più conveniente! Come dichiarato per ora solo negli Stati Uniti e nel Regno Unito esiste la possibilità, grazie ad accordi tra i più importanti operatori quali AT&T, Sprint, T-Mobile ed Everything Everywhere, di utilizzare l'iPad Air 2 al 100% delle sue possibilità mentre dall' Europa e soprattutto dall'Italia non si hanno novità in merito ma pensiamo che qualcosa si dovrà sbloccare inevitabilmente così come già accaduto negli Stati Uniti e nel Regno Unito. E' vero che la libertà di sceglierere di volta in volta l'operatore con il segnale maggiore o la tariffa più vantaggiosa può rivelarsi negativo per l'ISP ma è anche vero che se l'iPad Air 2 è equipaggiato dalla fabbrica per funzionare anche con l'Apple Sim presto, probabilmente, lo saranno anche i nuovissimi dispositivi di Cupertino e, sempre probabilmente, saranno magari seguiti da altri Tablet e Smartphone appartenenti ai maggiori Brand del mercato...A questo punto viene da chiedersi: se solo qualche operatore avrà il coraggio di prendere gli accordi necessari per poter funzionare come "facoltativo" nella Apple Sim e questa andrà a gonfie vele, che ne sarà degli altri?